baldina - Una Città per Cantare

Vai ai contenuti
FABIO BALDINA
Direttore Artistico
docente di pianoforte, canto, composizione




Curriculum

Fabio Baldina, pianista.
Nato a Vercelli nel 1971, inizia lo studio del pianoforte in giovane età presso il Civico Istituto Musicale “F. Vittadini” di Pavia dove, nel ’90, vince una borsa di studio come migliore allievo dell’Istituto.
Tra il 1988 e il 1993 studia Composizione Sperimentale con il M° Davide Anzaghi presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano; qui si diploma in Pianoforte con il M° Alfredo Gaudio.
Dal ’92 ad oggi, il pianista si è distinto come solista in concorsi pianistici classificandosi sempre tra i primi tre posti nazionali.
Fra i concorsi si ricordano: il “J. S. Bach” di Sestri Levante (Genova), il “Città del Barocco” di Lecce, il “Città di Valentino” di Castellaneta (Taranto), la rassegna all’Accademia delle Muse di Camaiore (Lucca), il “Telethon 95” e quello degli “Amici della Musica” di Genova. In campo internazionale ha ottenuto nel ’98 un primo premio a Stresa nella sezione “Musica d’insieme” ed un attestato di merito al “Torneo Internazionale della Musica”, quest’ultimo conseguito nel gennaio del 2000, esibendosi nella prestigiosa Sala Verdi del Conservatorio di Milano e ottenendo una menzione sull’interpretazione mozartiana dalla prestigiosa società concertistica “Pro Piano” di New York. Ha seguito Corsi di Perfezionamento Pianistico: nel ’96 all’Accademia Internazionale di Musica di Piediluco (Terni) con il noto didatta M° Piero Rattalino, nel ’97 a Firenze con il pianista e musicologo americano, grande studioso di Haydn, Mozart e Beethoven, Charles Rosen. Nel ‘98 ha inciso, con la soprano coreana Seo Hyun-Jung ed altri giovani artisti, un CD di musica lirica e cameristica prodotto dalla società multinazionale Züst- Ambrosetti. Attualmente svolge attività didattica e concertistica come: pianista solista e con orchestra; ha collaborato con la Filarmonica di Trecate (Novara) e collabora tuttora con l’orchestra dell’Università di Pavia, la Camerata de’
Bardi, diretta dal M° Nicolas Bisson. E’ accompagnatore di cantanti lirici (le soprano Daniela Stigliano, Miyako Jahana, Yoko Noda, il tenore Ennio Bellani, il basso Matteo Mazzon). E’ pianista in vari insiemi cameristici (con il violinista Andrea Tajo, il violista Marco Varisco, i violoncellisti Kandis Davis e Francesco Bossoni, il contrabbassista Massimo Clavenna). Dal 1997 è uffcialmente direttore del Coro polifonico S. Stefano di Robbio (PV).

Ha collaborato, inoltre, con la casa editrice milanese “La Spiga Languages” che gli ha pubblicato nel 2001 il “Dizionario della Musica” per la scuola dell’obbligo e nel 2003 il volume “Storia della Musica”. Dal 2002 è il direttore artistico dell’Accademia Musicale di Gravellona Lomellina (Pavia).

PROGETTI
—Incisione e pubblicazione di un cd di musiche, composte ed eseguite al pianoforte, dal titolo “Piano works”; una serie di brani di stile moderno, minimalista e di genere cosiddetto di pianismo classico moderno.

—Produzione di un dvd dal titolo “L’ America del rag: da Joplin a Gershwin…e dintorni” (girato nel giugno 2010) e che rappresenta un viaggio nel mondo del pianismo jazz degli inizi del ’900 (che vide una schiera di grandi compositori-pianisti scrivere molti rag-time, tipiche forme musicali da cui nacque il jazz). Il lavoro, è frutto di una lunga ricerca nel genere rag e darà vita ad una serie di concerti, che lo porteranno un po’ in tutti i teatri e locali italiani ed europei.

—Di recente pubblicazione, il dvd del Concerto per pianoforte e orchestra KV467 in Do maggiore di W. A. Mozart, registrato dal vivo con l’Orchestra dell’Università di Pavia nel luglio 2009.

—Realizzazione di alcuni concerti per pianoforte e orchestra di W. A. Mozart, (con l’orchestra Camerata de’ Bardi dell’Università di Pavia) e alcuni progetti di musica e danza con la scuola Hdemia dei coreografi Fabrizio Pio e Laura Cattaneo. Prossimamente sarà impegnato nell’esecuzione di lavori di Prokoviev ”Pierino e il lupo“ e di Poulenc ”Histoire de Babar”, avvalendosi della collaborazione di attori dell’Associazione “TeatroIncontro”, del
regista napoletano Mimmo Sorrentino.

Torna ai contenuti