Il modo in cui lo spirito è unito al corpo non può essere compreso dall’uomo, e tuttavia in questa unione consiste l’uomo. S.Agostino

L’anima desidera stare col suo corpo, perché, senza li strumenti organici di tal corpo, nulla può oprare né sentir. Leonardo da Vinci

L’anima muove tutta la mole del mondo. Virgilio

Animo, dal latino animus, corrispondente al greco anemos vento, soffio. La radice an significa soffiare, spirare. Animus delinea quindi lo spirito dell’uomo in quanto avente intelletto e mente, quindi pensiero, ragione, volontà, intenzione, proponimento, coraggio.

Nel mito della creazione riportato nella Genesi, il potere di animazione del respiro è descritto molto chiaramente. Dio, dopo aver modellato Adamo dalla polvere, deve soffiare in lui un alito di vita, per trasformarlo in un essere vivente. Il respiro è dunque il motore della vita, intreccio tra spirito e corpo in una trama inscindibile. A Pitagora si attribuisce l’affermazione della relazione tra la musica e l’animo umano e le relazioni esistenti tra alcuni aspetti del linguaggio musicale e determinati stati d’animo. Oggi come nell’ antichità, gli studiosi sono sempre più inclini a considerare gli effetti benefici della musica e del canto sugli esseri viventi. Occuparsi della voce, e delle tensioni che il corretto uso di essa libera e riconverte in energia positiva è in definitiva occuparsi della crescita positiva dello spirito e del corpo.

Il percorso “I D E A L E” proposto è quello di scoprire nell’aula “ANIMA”, la potenza della propria voce attraverso la coordinazione del respiro; educare nell’aula “IL SOLE E LA LUNA” l’apparato uditivo nel riconoscere i colori della voce sia bianca che nera creando con un pianoforte il giusto equilibrio; ed infine muovere nell’aula “AL CENTRO DELLA MUSICA” il ritmo del corpo unificando i suoni del basso, della chitarra e della batteria.

Io sono un viaggiatore e un navigatore, e ogni giorno scopro una regione nuova nella mia anima. Kahlil Gibran